Un’ampia vetrata crea un gioco tra primi piani e sfondi, fra trasparenza e materia, tra interno ed esterno. Il pavimento nero in pietra naturale acuisce il contrasto con i colori Keim accuratamente scelti per definire gli spazi dei corpi interni dell’edificio interamente realizzati in calcestruzzo. L’ingresso, di forma cubica, è caratterizzato da un giallo luminoso quasi a simboleggiare il fascio di luce che, entrando dall’obiettivo, permette la formazione dell’immagine. Gli ambienti che si aprono all’ingresso presentano due diverse tonalità molto decise: il rosso che delimita e definisce gli ambienti degli uffici e il blu che identifica la zona ascensore.


La porosità delle strutture in calcestruzzo è stata ridotta grazie all’impiego di casseforme in legno poroso; tuttavia, prima di applicare i colori KeimFarben con tecnica Velatura, le superfici sono state levigate e uniformate applicando pittura di color grigio semi trasparente. Una particolare scelta d’illuminazione interna esalta gli scambi cromatici, evidenziando la textur del calcestruzzo che diviene complemento architettonico dell’insieme. In particolare al crepuscolo la vista dall’esterno rende ancora più suggestiva l’intera struttura che sembra divenire un vero e proprio scatto d’autore esaltato e messo a nudo dalle imponenti vetrate. Nikon, che nella ricerca di colori sempre più brillanti e intensi ha costruito la propria storia, ha concretizzato la filosofia che la contraddistingue nella realizzazione della Sede Svizzera scegliendo KEIM Concretal, colori che garantiscono durata e intensità nel tempo.